Vaccinazioni, il PDF e la presa di coscienza

di Mirko De Carli per La Croce Quotidiano

Sta cominciando la marcia indietro, e questo è un bene per le famiglie. Il nostro movimento ha manifestato dall’inizio la sua ferma contrarietà a un decreto liberticida come quello del ministro Lorenzin, e gli emendamenti approvati ieri in commissione parlamentare stanno semplicemente confermando come avessimo visto giusto. La scelta liberticida di imporre d’autorità ai nostri figli ben 12 vaccini, che non ha eguali in Europa, rimane comunque inaccettabile anche riducendo a 10 il numero delle somministrazioni obbligatorie, affiancando ad esse altre vaccinazioni “profondamente consigliate” senza adeguata informazione. Di fronte a dati epidemiologici che non autorizzano in alcun modo a prevedere un rischio di epidemie, un provvedimento ancora così invasivo dei diritti dei cittadini e delle famiglie continua a non giustificarsi in alcun modo, tantomeno con le presunte esigenze di tutela della salute pubblica. Lo abbiamo detto più volte, e questi emendamenti di commissione fanno capire che avevamo ragione. Anche il riferimento alla potestà genitoriale che è venuto meno, fa capire che da parte del ministero forse ci si è resi conto di essere andati molto oltre i limiti di buon senso. Questi passano per il rispetto della libertà e dell’autonomia delle famiglie, e il decreto Lorenzin in questo senso è ancora carente. Rimane molto da fare, perché a nostro avviso la conciliazione delle esigenze pubbliche rispetto alla vaccinazione dei nostri figli, da conciliarsi con la libertà delle famiglie, passa attraverso il potenziamento della corretta informazione. Quest’ultima non va mai disgiunta dal riconoscimento dell’autonomia e della libertà delle famiglie, così come definita dall’articolo 29 della costituzione. In questo senso, soluzioni come quelle adottate in Lombardia, che passano più dalla informazione che dalla coercizione sarebbero un modello da seguire, e l’atteggiamento finora mostrato dal governo, inaccettabile per la sua carica liberticida, dovrebbe ispirarsi a quelle linee guida. Rimane il fatto che comunque così come è il decreto vaccinazioni, che non ha uguali in Europa, è inaccettabile. Il rispetto della autonomia naturale delle famiglie non può essere in alcun modo tutelato da norme di questo genere, e pertanto continua a essere necessario il suo ritiro.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*