CHI SONO

                                                                                                            chi sono

Ciao a tutti.

Molti mi conoscono per il mio impegno politico e culturale.  Molti semplicemente perché ci siamo visti in una delle mie tantissime serate o incontri in giro per la mia amata Romagna o per l’Italia. Non mi interessano gli incarichi o i ruoli mi interessano gli obiettivi per cui dare tutto di se stessi. Due li porto con me ogni giorno: difendere ciò che di più caro mi è stato consegnato dalla mia famiglia e rendere, anche di poco, migliore il paese che mi è stato consegnato da chi c’è stato prima di me.

Amo la vita delle piccole comunità locali (come l’adorata Porto Fuori) e la valorizzazione delle tradizioni volte ad accrescere il potenziale di un territorio. Sono quello che certa sinistra definirebbe un ‘omofobo’ perché difendo le mamme ed i papà d’Italia e dedico molta parte delle mie giornate per costruire una degna rappresentanza politica per coloro che credono che la fede sia un fatto pubblico, che il futuro si costruisce facendo figli e che il lavoro si realizza credendo nel buono che il proprio paese d’origine ti offre. Il mio motto: #sempreinlotta

Curriculum politico

Comincia la mia avventura politica con una convinta e attiva militanza nella sinistra italiana. Cresciuto in famiglia a “pane e politica” ho trovato nell’impegno civile l’occasione per costruire un bene più grande per me e per le persone che mi stavano accanto. Essendo figlio di padre “comunista” o, per meglio dire, di sinistra ho preso la mia prima tessera durante gli anni delle scuole medie superiori, aderendo al Partito dei Democratici di Sinistra. La fede la vivevo allora come un retaggio culturale della mia famiglia materna: un obbligo da espletare la domenica andando alla Santa messa e poco più. Fu alla fine del cammino di studi della scuola dell’obbligo che, attraverso nuove amicizie e l’incontro con la mia futura prima moglie, riscoprì l’importanza e la bellezza di una vita segnata dalla piena consapevolezza del proprio senso religioso. Riscoprì il valore di quella semina gettata dai miei nonni materni e compresi che senza un forte e sano ancoraggio con il luogo dove trova compiuta risposta il mio senso religioso, ovvero la Chiesa, non avrei potuto costruire alcun bene duraturo e davvero “diffuso”. Cominciarono anni di militanza in movimenti che riconoscevano nel fatto cristiano un punto imprescindibile per delineare i caratteri di una proposta politica davvero “rivoluzionaria”: Forza Italia prima e poi il Popolo della Libertà. Anche qui, come nella mia precedente esperienza, ho avuto diverse responsabilità e ruoli dirigenziali, dal livello comunale al livello nazionale. Con la caduta del governo Berlusconi e la fine del mio primo matrimonio presi un periodo di riflessione: in Italia le categorie politiche, così come le avevamo viste nel novecento non tenevano più. Il famoso “centro-destra” pronto a battersi per difendere il diritto alla vita di Eluana Englaro si stava lentamente dissolvendo per arrivare a definirsi dentro i carattere di un aggregato di potere aperto a ogni nuova frontiera ideologica pur di avere consensi: gender, unioni civili, animalismo… Per questo decisi di ritornare a impegnarmi attivamente, soprattutto grazie al nuovo slancio “innervato” nel mio cuore e nella mia mente dalla mia futura seconda moglie, per costruire da un lato un nuovo soggetto politico ispirato al Partito Popolare di Don Luigi Sturzo e Alcide De Gasperi (saldamente ancorato alla Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica) e dall’altro un processo di impegno civile e culturale teso a risvegliare le coscienze degli italiani (cattolici e non) sulla necessità di riaffermare il primato di politiche a favore di vita e famiglia. Così nacque la mia collaborazione con il vicePresidente del Parlamento Europeo Mario Mauro e l’impegno con Mario Adinolfi. Con il primo cominciai a costruire la nuove sezione italiana del Partito Popolare Europeo (Popolari per l’Italia), con il secondo i circoli Voglio La Mamma prima, La Croce Quotidiano poi e infine i due grandi Family Day (assieme a tanti amico come Gianfranco Amato). Dopo aver abbondonato il cammino dei Popolari per l’Italia (arrivando ad essere delegato italiano al Partito Popolare Europeo) avendo compreso la necessità di un soggetto autonomo dei principi non negoziabili fiori dalle logiche destra-sinistra (a cui anche Popolari per l’Italia aveva ahimè aderito) arrivo con Mario Adinolfi, Gianfranco Amato e Nicola Di Matteo a porre le fondamenta del Popolo della Famiglia, l’11 marzo del 2016. Candidato a sindaco a Bologna ho raggiunto il miglior risultato per il PDF nelle grandi città al voto. Dopo la gioia di un secondo matrimonio con la mia attuale consorte questo anno rilancio la sfida a Riolo Terme con l’obiettivo di arrivare alla guida della città  per realizzare il primo laboratorio politico di una città a misura di famiglia.

Curriculum professionale

  • Diploma in Ragioneria
  • Frequentato, non conluso, Facoltà di Giurisuprudenza
  • Operato, una volta terminato gli studi, nel settore assicurativo e finanziario (attualmente consulente assicurativo e finanziario per aziende)

28 Comments on CHI SONO

  1. Attendo da tempo l’avvento di una nuova formazione, movimento o partito che porti gli ideali e gli impegni propri di un’Italia cristiana. Che li faccia suoi e li porti proprio nel pubblico. Con i suoi difetti, le sue difficoltà ma che sia granitica nei suoi ideali e coerente in ciò che voterà in parlamento. Se questo è l’intento, io ci sono.

  2. Durante questi pochi giorni ho già avuto modo di riscontrare la sincera approvazione da parte di amici appartenenti a diverse correnti di pensiero. Il vuoto di rappresentanza, origine della tua candidatura e della mia adesione, è palpabile e foriero di grande seguito. Anche chi, deluso dall’ipocrisia, non si è recato alle urne da anni mi ha dimostrato un insperato entusiasmo per gli argomenti elencati all’interno del programma. Di questi argomenti abbiamo bisogno e non solo a Bologna.

  3. Sono molto entusiasta dell’avvento di un movimento che finalmente porti avanti in Italia i valori cristiani, in un mondo pubblico e politico davvero desolante. E’ necessario a mio parere farlo conoscere il più possibile, per far capire anche ai cattolici non praticanti che solo attraverso la difesa dei valori cristiani possiamo dare un concreto futuro ai nostri figli e nipoti. Personalmente non votavo più da anni, nauseato dai politici anche cosiddetti cattolici dei vari partiti, ma in questo momento grazie al vostro movimento riprendo la voglia di aderire ad un progetto così importante per tutti noi. Grazie per il vostro impegno.

  4. Ciao, sono molto contento che, finalmente esista un partito per noi cattolici!
    Io sono di Ravenna, nella nostra città c’è una sede o comunque è possibile aderire al progetto?
    Grazie
    Marcello

  5. sono un elettore del Popolo della Famiglia di Roma. complimenti per come porti avanti la battaglia politica. Mi piace molto il tuo modo e la tua concretezza. I migliori auguri.

  6. …Il futuro si può costruire con il lavoro senza il quale è impossibile o difficile creare una Famiglia. Saluti leali, Andrea.

  7. Cosa intende fare il Popolo della Famiglia per creare lavoro?
    Ci sono circa due generazioni d’Italiani che non avranno una pensione!…Costoro come possono creare una Famiglia?!?
    Avete risposto: il lavoro è assolutamente una priorità. I politici, di tutti i colori, generalmente, sono conosciuti per essere una massa di bugiardi per raccogliere voti. Alle parole devono seguire i fatti…altrimenti si è quaquaraquà!
    Per chi non lo avesse compreso, le mie provocazioni erano e sono sentitamente solo a fine di bene!
    Onore agli Uomini e alle Donne d’Onore,, invece, fischi e pernacchie ai e alle quaquaraquà!
    Onore a Raimondo Vianello, Onore a Walter Chiari, Onore a Giorgio Albertazzi, Onore a Vittorio Gassman, Onore a Ugo Tognazzi…Noi non dimentichiamo la verità inconfutabile!
    La politica della massa pecorona voltagabbana non m’interessa!
    Vincolo di mandato!…A casa chi tradisce gli elettori.
    Popolo della Famiglia…starò a vedere se sei diverso dagli “inciuciati comuni mortali”, mi farebbe piacere. Onore alla Romagna, Meridione del Nord Italia!
    Saluti leali, Andrea.

  8. 12 punti per liberare Bologna.
    Per esempio il primo.
    Più figli meno tasse…e i single “cornuti e mazziati”.
    Il nostro modello di riferimento? Le famiglie numerose.
    Belle parole “politiche”.
    In realtà e per davvero senza lavoro un uomo e una donna non possono creare una Famiglia, il resto sono soltanto chiacchiere e utopia.
    Delle chiacchiere dei politici italiani siamo stanchi, in un’Italia Nazione che la massa chiama paese, uno degli Stati più corrotti al mondo.
    Per non parlare della norma costituzionale secondo cui la Repubblica è fondata sul lavoro (che non c’è!)…per non parlare di chi potrebbe avere consentito colpi di Stato!
    Politici…Vi possono credere quelli come Voi, non più gli Italiani!
    Onore e viva agli Italiani, abbasso i politici che raccontano le solite “promozioni elettorali”.
    E non abbiamo ancora compreso se il Pdf è di centro sinistra o di centro destra e quali sono l’eventuali alleanze?…PD?…Ma Voi appartenete al PD?…In terra comunista e bolscevica forse o probabilmente. Altrove, no grazie.
    Per provocare sempre a fin di bene. Saluti leali. Andrea.

  9. A quale partito politico appartiene colui che (secondo alcuni) potrebbe avere consentito ai colpi di Stato?…Il Popolo Italiano ha eletto e votato gli ultimi e recenti Presidenti del Consiglio?
    Politici Italiani pregate che gli Italiani continuino a essere pecoroni voltagabbana e che non facciano la Rivoluzione.

  10. Mi raccomando…non rispondete…non date riscontro…altrimenti si stancano il cervello e le dita e, allo stesso tempo, rischiate di dividere il companatico e di raddoppiare l’allegria.
    L’Italia agli Italiani…pensate agli Italiani che è meglio!
    Saluti leali, Andrea.

  11. Buon pomeriggio.
    Ringrazio Roberto Gualandi e Mirko De Carli per avermi avvisato dei recenti appuntamenti. Mi auguro di potere essere presente a uno di essi.
    Sempre per provocare…noto che V’interessate molto spesso dei culatoni froci ricchioni, ma non avete altro a cui pensare?
    Invece, perché non V’interessate degli azzeccagarbugli che inzotichiscono e disonorano il Foro di Bologna (o altri Fori d’Italia) alcuni dei quali facendo inciuci con i colleghi in danno dei clienti? Alcuni dei quali non pagano le imposte e tasse e guadagnano in nero? Alcuni avvocati dei miei stivali sono talmente ignorantoni che non conoscono neanche le dimissioni irrevocabili! Alcuni avvocati dei miei stivali ignorantoni non sanno neppure come si nomina un Amministratore di Condominio! Avvocati ignorantoni!
    Vi piace attaccare gli omosessuali…Vladimiro Guadagno recentemente ha detto che è una donna…una donna con pisello…Onore a tutte le donne veramente donne senza pisello…Vladimiro Guadagno ha insultato e offeso la società italiana…problemi dei ricchioni!
    La Famiglia!…Politici, poteri forti, azzeccagarbugli che guadagnano in nero e non pagano le imposte e che sono inciuciati in danno dei clienti, Amministratori mazzettari, e tutti i loro simili, inclusi i Presidenti della Repubblica complici di “colpi di Stato”…in galera!!!
    Avete le palle per dichiarare tutto questo o siete piscia sotto?
    Onore a chi non ha paura. Saluti leali, Andrea.

  12. Andrea scrive errata corrige…

    …errata corrige viene cancellata…Vi rendete conto?

    L’informatico di Mirko De Carli non è capace in cinque minuti di correggere e/o gestire il sito di Mirko De Carli…Vi rendete conto?

    Io lavoro solo con i migliori, “la crema d’Italia”, avete bisogno?

    Aspetterò il 26 gennaio prossimo venturo…ove mi auguro schietto di conoscerVi…e vedrò.

    Cosa pensa il Pdf dello Stato d’Israele che riceve ogni anno 5.000 dollari per “numeri falsi”?

    Domanda: anche il PdF è servo e schiavo d’Israele?…Mi auguro di no!

    Perché l’11 settembre si sono salvati tutti gli “assenti” ebrei?…

    Perché l’11 settembre cinque aerei hanno fatto quello che hanno voluto nei cieli della più grande potenza militare del mondo come se nulla fosse?

    Popolo della Famiglia, credi alle favole?…Mi auguro di no!

    L e a l e, A n d r e a .

  13. Errata corrige prima c’era…poi non c’era…ora c’è…caos totale.

    Desiderate sito “innovativo e rivoluzionario” con il rischio di guadagnare?…

  14. Non c’è stata alcuna correzione o cancellazione come comunicato a Mirko De Carli e/o come richiesto dal medesimo. Pazienza.
    L’efficienza però non è un optional.
    A prescindere, sono stato presente all’incontro del 26 gennaio corrente anno, mi ha fatto piacere rivedere Paolo Rodella, sono lieto di avere conosciuto Mirko De carli…complimenti, ottima oratoria sostanziale e non solo formale.
    Vi auguro le migliori fortune e il più brillante successo.
    Io vedrò cosa potrò fare in punta di piedi, umilmente, in silenzio per quanto posso e non sono un ladro…comunque per il momento mi sono “meritato” da Mirko De Carli quasi quasi un invito a pranzo o a cena a Predappio (la città del Capo!).
    Dell’Uomo che non ha rubato agli Italiani si ricordano solo gli errori e si dimenticano tutto ciò che di buono, giusto, onesto, ha fatto e prodotto per gli Italiani.
    A una trasmissione radiofonica un commentatore ha dichiarato di essere contrario alle bonifiche del territorio italiano perché gli ricordano il ventennio. Commentatore prevenuto e ignorantone.
    Mi auguro che il Pdf non abbia sciocchi e demenziali pregiudizi.
    Mi farebbe piacere se io diventassi il Nero del Pdf…potrebbe essere un segno di democrazia e pluralismo. Vedrò, vedremo.
    Buon fine settimana a Roma. Saluti leali.
    22 febbraio 2017…ore 21.00…presente, grazie.

  15. E sono stanco che tutti gli anni, che noia che barba, in Italia ricordano giustamente “il giorno della memoria”, però, allo stesso tempo, ingiustamente tutti gli anni non ricordano i crimini compiuti dagli Ebrei in danno degli innocenti. Anche questa è una Dittatura di Regime “democratico angloamericano & Company” e in Italia non è mai esistita una Dittatura. Coloro che non sono ignoranti sanno la differenza con lo Stato Totalitario con la firma dei Savoia.
    A Scuola cosa insegnano agli alunni e alle alunne?…Le favole “rosse dei partigiani” che hanno ammazzato e assassinato senza processo?
    In Italia a Scuola agli alunni e alle alunne non insegnano che le cooperative rosse grazie ai propri protettori succhiano alle mammelle degli Italiani?…Ai rossi questo non piace dirlo. Ma guarda un po’: hanno trovato qualche sindacalista mazzettaro. Anche questo ai rossi conviene tacerlo.
    E tutti gli Italiani ammazzati nelle foibe del Carso?…Ai partigiani e ai comunisti appartenenti all’ideologia più criminale del mondo tutto ciò non conviene ricordare (non hanno più memoria?!?), a loro conviene tacere o raccontare menzogne.
    Pdf non avere paura di stare dalla parte della lealtà, il tempo è galantuomo.

  16. La contabilità VERA non annulla certo la tragedia, ma la ridimensiona, considerando che vi sono state altri genocidi allegramente ignorati e di dimensioni anche maggiori: pellirosse, 90-120 milioni, armeni, tutsi, curdi, cambogiani, biafrani, Timor Est, Darfur, Balcani etc. fino ad una vera e propria pulizia etnica, quella dei Palestinesi, attuata freddamente dal governo nazi-sionista di Israele.
    Contro la subdola e viscida ipocrisia menzognera, invece, sempre a favore della schietta verità.

  17. Gentilissimo Mirko,
    ho seguito il tuo intervento nell’incontro all’ELISEO di Roma il 28 gennaio. bellissimo quello che dici sul Popolo della Famiglia come Solidarnosch italiana. Della storia dei polacchi non so nulla. consigliami qualche libro da leggere per capirti meglio.
    un saluto
    Andrea Pisani Roma

  18. Trebbo di Reno – Castel Maggiore (Bo), martedì 7 febbraio 2017.
    Si chiede cortesemente l’autorizzazione di esporre in bacheca all’interno della Chiesa un volantino del PdF avente a oggetto l’incontro del 22 febbraio prossimo venturo e, altresì, di potere affittare una sala per consentire al PdF di farsi conoscere “anche” a Trebbo di Reno.
    Risposta: “No, perché non appartenete alla Chiesa di Bologna!”.
    Riflettere e non troppo, sciogliere il pensiero.
    Saluti leali.

  19. Sito internet innovativo…(in Italia iniziano ad aderire: sono coglioni???)…autofinanziamento seminando e costruendo sulla roccia e non sulla sabbia, senza credere ai facili e immediati guadagni.
    Le reazioni più o meno sono le stesse: occhiatine e sorrisini e un pensiero: riapriamo un manicomio, chiudiamo dentro il “pazzo” e poi gettiamo la chiave.
    Invito spassionatamente tutti a non sottovalutare.
    Vi ricordate coloro che anni e anni e anni fa avevano i primi cellulari?…Sembravano extraterrestri ed ho udito: “Noi non compreremo mai il telefonino!”.
    Domanda: “Oggi quanti hanno il cellulare?!?”.
    Il sito web innovativo è il telefonino di anni e anni e anni or sono!
    Il tempo è galantuomo…chi non mi crede…contenti loro, contenti tutti!
    Saluti leali.

  20. Il “sinistroide” anche questa sera, pagato non poco, ha raccontato al popolo di pecoroni satire di basso livello che potevano fare ridere soltanto i “polletti” dalla risata facile che hanno applaudito.
    Il “sinistroide”, il quale, al momento e fino a prova contraria, è stato pagato da Arcore & Company ed ha sputato sul piatto in cui ha mangiato, aveva, ha, e avrà sempre ragione: si stava meglio quando si diceva che si stava peggio…Onore ad Alighiero Noschese al quale il “sinistroide” avrebbe dovuto pulire solo le scarpe!
    Saluti leali.

  21. Francesco Gabbani…la scimmia nuda balla e poi si rialza!
    Vince San Remo…ed ho “azzeccata” pure questa.
    Talento puro fuoriclasse assoluto, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, non siate invidiosi, è volontà di Dio, è scritto nel Destino, che nessuno può cambiare!
    Noi, “fedeli a Predappio…la città del Capo”, non siamo normali e se lo fossimo non ci sarebbe più religione, grazie Dio!…Il Tempo è Galantuomo e Noi siamo i Migliori!
    Saluti leali, A. N.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*